L’Associazione si unisce al cordoglio per la perdita di Guerino Capolicchio, padre di Dario vittima della Strage

  • Autore dell'articolo:

Ingegnere di origini palermitane, si è spento nella sua casa di Caniparola, in provincia di Massa-Carrara, a 77 anni; era il padre del giovane studente di architettura ucciso nella notte tra il 26 e il 27 maggio 1993.
 
L’Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage di Via dei Georgofili del 27 maggio 1993 a Firenze si unisce al cordoglio per la scomparsa di Guerino Capolicchio, il babbo di Dario il giovane studente di architettura rimasto investito ed ucciso dall’esplosione dell’autobomba posizionata proprio sotto le finestre della sua abitazione di Via dei Georgofili a Firenze.
“Guerino Capolicchio, pur non avendo mai preso parte attivamente alla nostra Associazione – commenta il Presidente dell’Associazione dei Familiari delle Vittime della Strage di Firenze, Luigi Dainelli – come noi non ha mai smesso di cercare Giustizia e Verità per la perdita del figlio e per i fatti mafiosi di quegli anni”.